venerdì 27 novembre 2009

Benvenuti a Teletubbilandia?



Alzi la mano chi non ha mai visto i teletubbies, quei quattro mostriciattoli multicolore che intrattengono i bambini. A casa mia c’è un drogato di teletubbies (mio figlio) che è contento di rivedere 10.000 volte lo stesso episodio, piuttosto che cambiare e mettere un cartone animato (è vero che ha 1 anno e mezzo, però). Quindi costretto a vedere anch’io i teletubbies (che il padreterno deve fulminare chi li ha inventati) mi sono accorto di strane somiglianze con un'altra serie televisiva, famosissima negli anni ’60: Il prigioniero.




            Il numero 6 - Il prigioniero


Mi direte ”cosa centrano quei quattro mostriciattoli con il prigioniero? Un culto per generazioni”, è presto detto le somiglianze sono parecchie. Iniziamo:

 Reperto A
Il prigioniero è ambientato su un isola, in cui ci sono sempre gli stessi abitanti.
I teletubbies abitano in un posto non meglio identificato, senza alte montagne, con boschetti radi e con una sola forma di vita indigena (a parte loro) i conigli. Probabilmente Teletubbilandia è un isola

Reperto B
Più di una volta nel prigioniero ci sono degli altoparlanti che richiamano l’attenzione dei cittadini dell’isola, e spesso danno ordini su cosa fare.
Nei teletubbies compaiono dal sottosuolo dei meccanismi simili a tubi della doccia che richiamano l’attenzione dei teletubbies, inoltre alla fine di ogni episodio uno dei tubi dice ai teletubbies di salutare.

Reperto C
In alcuni episodi il numero 6, il protagonista del prigioniero, viene interrogato da una voce che poi è quella camuffata del numero due.
Nei teletubbies una voce misteriosa dice ai teletubbies cosa fare in ogni occasione (mangia, dormi, fai la … ehm questo, no ma potrebbe)

Reperto D
Gli abitanti dell’isola fanno qualsiasi idiozia gli si dica di fare, tipo mostre dell’artigianato in cui il soggetto è uno solo, ridicoli carnevali, finte elezioni, e cosi via. In generale non fanno nulla di particolare se non passeggiare, giocare a scacchi e cose del genere.
I teletubbies fanno qualsiasi idiozia gli dica la voce, per il resto della giornata o mangiano, o dormono, o passeggiano.

Reperto E
Nel prigioniero compare un potentissimo super computer chiamato il generale.
Nella casa dei teltubbies, al centro di essa, c’è un computer gigantesco, a cui i teletubbies si rivolgono (in una puntata addirittura gli chiedono il permesso di avere delle spugne per lavarsi).

Reperto F
Nel prigioniero la sicurezza dell’isola è affidata alle Boa-Sonda (in originale Rover), dei giganteschi palloni bianchi robotizzati, che attaccano chiunque tenti di scappare dall’isola,
Nei teletubbies La-La ha una palla arancione, simile a un Rover

Le mie conclusioni quali sono? I teletubbies non sono altro che il continuo del prigioniero, in cui gli unici sopravvissuti alle vessazioni psicologiche del numero 1 e del numero 2 sono i quattro teletubbies, ormai martoriati nel fisico e nello spirito e costretti a vivere in quel modo orribile. Probabilmente uno di loro, forse Twinki Winkie, è il povero numero 6 tornato in prigionia.


Nota dell’autore.

A parte gli scherzi, dietro il costume di Twinki Winkie probabilmente c’è un mio parente che dice di essere andato in Inghilterra a fare il traduttore di videogiochi, ma secondo me fa il teletubbies per tirare a campare.

NB. Questo articolo è stato già pubblicato in data 21 Settembre 2006, sul mio Livejournal.